Home Lifestyle Viaggi Francia, Bordeaux “la golosa” è patrimonio dell’Unesco

Francia, Bordeaux “la golosa” è patrimonio dell’Unesco

Dal 28 giugno scorso Bordeaux è classificata patrimonio mondiale dell’UNESCO. Questa classifica è il riconoscimento del valore e dell’unità patrimoniale della città che è evoluta nel corso dei secoli senza mai tradire la sua armonia e la sua ricchezza architettonica. Bordeaux è il primo complesso urbano a ricevere questa distinzione per uno spazio vasto e complesso che si estende su 1.810 ettari (pari alla metà della città), dai viali alle rive della Garonna. Una ricchezza unica in una città in movimento. Con oltre 350 monumenti storici, una zona protetta di 150 ettari, 3 chiese (Saint-André, Saint-Michel, Saint-Seurin) già classificate Patrimonio Mondiale nell’ambito del cammino di Santiago de Compostella, Bordeaux aveva tutto per sedurre la giuria.

Eppure la capitale della Gironda, gioiello architettonico del XVIII° secolo, deve il suo splendore ad architetti di tutte le epoche: Jacques Gabriel (Allées de Tourny), Victor Louis (Grand Théâtre), Jacques d’Welles (stadio comunale) e inoltre Richard Rogers, l’achitetto del centro Pompidou à Parigi e della Pretura di Bordeaux.

Oltre alla ricchezza architettonica, Bordeaux è stata scelta anche per il fascino dei suoi quartieri animati e cosmopoliti: le stradine del quartiere Saint -Michel e gli edifici degli anni ’60 e ’70 di Mériadeck sono i simboli di una città che ha saputo evolvere col suo tempo senza perdere il proprio carattere e la propria identità.

A tutto ciò bisogna aggiungere i lavori di rivalorizzazione iniziati nel 1996 grazie all’impulso del sindaco Alain Juppé e concretizzati con la sistemazione dei lungofiume, il restauro delle facciate degli edifici e la costruzione della linea tranviaria.

Un’attrazione turistica di primo piano
Per quanto concerne il turismo, questa classifica al Patrimonio Mondiale dell’Unesco apre una nuova era per la città che, grazie ai restauri e agli abbellimenti realizzati negli ultimi anni, attirava già numerosi turisti. In futuro, Bordeaux dovrebbe accogliere ben oltre i 2,5 milioni di visitatori registrati ad oggi. Per festeggiare l’evento, l’Office de Tourisme organizza a partire da sabato 7 luglio una visita serale del perimetro classificato Patrimonio dell’UNESCO, per scoprire i monumenti ed i luoghi più belli illuminati!

VINI E GASTRONOMIA
Per la gloria dei suoi vini e per la raffinatezza squisita della sua cucina, quest’area rappresenta una regione privilegiata dal punto di vista gastronomico e Bordeaux una capitale del mangiar bene. La città pullula di ristoranti. Sarebbe un errore segnalarne uno piuttosto che un altro, poiché tutti ne fanno una questione d’onore nel mantenere l’antica reputazione di “Bordeaux la Golosa”.