Home Lifestyle Viaggi Salisburgo, la città di Mozart

Salisburgo, la città di Mozart

Salisburgo è una città di 145.871 abitanti dell’Austria centro-settentrionale, capitale dell’omonimo Stato federato  e distante 300 km da Vienna. La città natale di Mozart, è patrimonio dell’UNESCO ed è un grande centro delle industrie alimentari, tessili e chimiche.

La città è stata popolata fin dal Neolitico e dal 15 a.C. divenne un centro abitato romano  e poi una diocesi durante il 700 d.c. Dopo il grande incendio del 1077, la città fu ricostruita e divenne completamente indipendente solo nel 1850 Salisburgo, quando la sua amministrazione fu staccata da quella di Linz.

Il 13 marzo 1938 Salisburgo fu annessa alla Germania dalle truppe tedesche, decretando l’Anschluss e la cancellazione della comunità ebraica in città. Dopo la distruzione della sinagoga e l’istituzione di alcuni lager, la città divenne nel secondo dopoguerra la sede del carcere di massima sicurezza dei nazisti, tornando a fiorire solo nel 1945, in occasione del festival nazionale.

La città oggi è sede di una forte eredità gotica evidente nelle numerose chiese d’ispirazione italiana, frutto della forte presenza papale durante il Rinascimento.

La cattedrale cittadina (Salzburger Dom) è l’esempio più noto di questa architettura. Terminata nel 744, fu distrutta da un incendio nel XVI secolo e ricostruita nel 1628 da Vincenzo Scamozzi e da Solari. Gli affreschi furono realizzati dal famoso pittore Arsenio Mascagni.

Da visitare assolutamente sono il convento dei Benedettini di Sankt Peter, il cimitero di Petersfriedhof e la

Chiesa dei Francescani, basilica gotica, modificata da innesti barocchi.

Ben nota anche la fortezza di Hohensalzburg, costruita nel 1077 da un vescovo che in seguito divenne una cittadella autosufficiente e armata. Oggi questo edificio è l’unica fortezza in Europa completamente intatta.

Di notevole interesse e bellezza, la Getreidegasse, la strada ove si trova la casa di Mozart.

 

 

Fonte foto:http://www.tuttobaviera.it/salisburgo.html