Home Spettacoli e Cultura “Living word Gospel Project”, concerto di beneficenza il 14 Giugno presso l’Istituto...

“Living word Gospel Project”, concerto di beneficenza il 14 Giugno presso l’Istituto Nazareth

living world gospel project

Il giorno 14 Giugno, alle ore 20,00 presso l’Istituto Nazareth in via Kagoshima 15 a Napoli si terrà la prima edizione di “Living word Gospel Project”.

Il concerto di beneficenza sarà diretto dal Maestro Annita Vigilante e dal  Maestro Marco Ciardiello per pianoforte e arrangiamenti, professionisti sensibili alle problematiche sociali.
Rotriquenz Elisa, Preside dell’Istituto, dichiara ‘Il nostro studente viene posto al centro di un’azione educativa che punta ai suoi aspetti cognitivi, affettivi, relazionali, corporei, estetici, etici, spirituali, religiosi…e da sempre la scuola interpreta la tradizione cattolica come apertura agli altri e al territorio ed attenzione al sociale e questo evento ne è un esempio’
Gli alunni più grandi dell’Istituto gestiranno l’accoglienza dei partecipanti alla serata.
I professori dell’istituto hanno ben accettato l’iniziativa e parteciperanno perché sentono “la scuola come una famiglia” ed è stato invitato ad aderire all’iniziativa anche il Sindaco.
Tra i beneficiari del ricavato, è stata individuata la Parrocchia Buon Pastore e S. Francesco di Paola e la sezione Partenopea di FIADDA, un’associazione Nazionale che ha costruito in più di 40 anni una rete di sezioni regionali e provinciali.

La FIADDA è Onlus di Famiglie Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi, che gratuitamente persegue l’autonomia e l’indipendenza della persona sorda, realizzando diverse attività tra cui: abbattimento delle barriere culturali, tutela del diritto alla salute con la costruzione di progetti di vita, informazione e sensibilizzazione dall’opinione pubblica e delle istituzioni, diffusione dei servizi sanitari e riabilitativi, educazione e formazione dei giovani sordi, promozione delle ricerca, consulenza psicologica e legislativa. ‘La nostra sezione territoriale,- commenta il Presidente Raffele Puzio- è onorata di aver l’opportunità, di far crescere un senso di cultura dell’appartenenza anche nelle diversità, di suscitare alleanze e adesioni alla mission dell’associazione, di effettuare concretamente delle esperienze di divulgazione e tutela dei diritti alle cure più adeguate’.
Un’iniziativa che porterà la sua voce lontano, fatta di musica, parole oltre i silenzi e immagini che animano il cuore con la bellezza: sulla terrazza della scuola, l’incantevole panorama della città con la bellezza della luce al tramonto, abbraccia il mare.

Un management molto serio e competente, che ha veramente a cuore l’istruzione dei suoi allievi, che costruisce comunità scolastiche e che mette in campo idee innovative.

L’attività educativa dell’Istituto Nazareth, invece,  ha una storia alle sue spalle legata a filo doppio con la storia della Congregazione religiosa che questo Istituto ha voluto come segno della sua presenza e della sua missione nel Mezzogiorno d’Italia.
Nel 1956 l’Istituto si trasferisce definitivamente negli ampi locali di Via Kagoshima al Vomero dove tuttora accoglie circa seicento alunni tra scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di I e II grado, quest’ultima ripartita in liceo classico, linguistico, scientifico. 
Tutti gli ordini di scuola sono paritari.
Oggi la scuola, pur cambiando gestione,continua l’opera educativa della Congregazione nel “far crescere in età, grazia e sapienza” le nuove generazioni.
MISSIONE
L’istituto paritario Nazareth ha lo scopo di fornire ai suoi studenti un processo formativo basato sulle moderne esigenze del mondo globalizzato.
IN COSA CREDIAMO
Un’eccellenza in otto punti come pilastri della nostra missione organizzativa e formativa.
Creatività
Cultura
Ambiente
Educazione alle Virtù
Alleanza e Motivazione
Inclusione
“Nessun bambino deve restare indietro”
Gli alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) vivono una situazione particolare che li ostacola nell’apprendimento e, talvolta, nella partecipazione alla vita sociale. Tali difficoltà possono essere globali e pervasive, specifiche, settoriali, gravi, severe, permanenti o transitorie. In questi casi i normali bisogni educativi che tutti gli alunni hanno (bisogno di sviluppare competenze, bisogno di appartenenza, di identità, di valorizzazione, di accettazione) si arricchiscono di qualcosa di particolare. Pertanto il bisogno educativo diviene “speciale”. L’Istituto Nazareth si impegna a garantire adeguate misure educative e didattiche di supporto attraverso l’uso di strategie didattiche individualizzate e personalizzate.
Umorismo
L’umorismo (Eutrapelia) virtù di cui parlarono i grandi filosofi greci, come Aristotele, e che poi divenne una virtù cristiana cara a San Tommaso d’Aquino, a San Filippo Neri, a San Francesco di Sales, a San Giovanni Bosco, rappresenta una straordinaria risorsa degli spiriti produttivi, liberi dal senso della noia ed abili nel trasformare azioni faticose grazie ad esilaranti intuizioni. Il buon umore è una forma attiva e liberatrice dell’immaginazione.