Home Sport La seconda giovinezza di Miroslav Klose

La seconda giovinezza di Miroslav Klose

Nonostante abbia 34 anni suonati, la carriera di Miroslav Klose sembra attraversare una seconda giovinezza da quando è volato a Roma sponda Lazio nella scorsa stagione. La sua carriera in Bundesliga è stata ricca di goal e di vittorie: dall’esordio in prima squadra al Kaiserslautern nel 1999, passando per il Werder Brema nel 2004 fino al grande Bayern Monaco nel 2007; a suon di goal ha conquistato ogni tipo di tifoseria per cui ha giocato. Proprio nei bavaresi ha conosciuto quella che sembrava fosse la sua fase discendente verso un buen retiro di fine carriera.

A 33 anni la svolta, nel 2011 lascia a parametro zero il Bayern e accetta l’offerta della SS Lazio, rimettendosi in gioco in un campionato ostico e per nulla adatto ad un calciatore a fine carriera. Ma Miro vuole stupire ancora. L’ambiente caldo della tifoseria romana e la Serie A gli danno una scossa, ritrovando entusiasmo e colpi eccezionali ma sopratutto una buona regolarità sotto porta. A fine stagione, con 15 goal in 35 presenze tra campionato e coppe, i capitolini comprendono che Klose è imprescindibile e la tifoseria lo idolatra. La campagna acquisti 2012-2013 del presidente Claudio Lotito ruota tutta attorno alla stella polacca naturalizzata tedesca. In aggiunta il gioco del nuovo allenatore Petkovic, ormai ex oggetto misterioso estivo, lo esalta. Ebbene, Klose ha un bottino di 6 goal in 9 presenze in stagione e possiamo sicuramente affermare che il suo senso del goal è più forte che mai. Con un attaccante di questo livello la Lazio può sognare un posto in Europa per la prossima stagione.