Home Attualità Anche su Facebook si gioca d’azzardo…

Anche su Facebook si gioca d’azzardo…

Gli Italiani negli ultimi anni si sono dedicati sempre più al gioco d’azzardo online. Numerosi sono i siti web che ospitano vere e proprie sale da gioco digitali dove scommettere o sedersi virtualmente ad un tavolo verde. A questa festa non poteva mancare Facebook, ormai social network di riferimento fatto di milioni di utenti, che nel 2012 ha deciso di sfruttare il suo enorme bacino d’utenza, adeguandosi alla tendenza. Da questo mese di Agosto sarà possibile giocare nella sola Gran Bretagna, come riporta il Financial Times sottolineando che da tempo gli investitori discutessero sulla possibilità di introdurre scommesse online per i social network per arrotondare i ricavi.

In collaborazione con Gamesys, uno dei principali operatori di giochi online nel Regno Unito, sarà lanciato “Bingo Friendzy”, applicazione con cui i residenti in Gran Bretagna, purchè maggiorenni e con un account su Facebook, potranno sfidare la sorte a colpi di estrazioni virtuali, con i premi dispensati in moneta corrente. “Il gioco d’azzardo è molto popolare e ben regolato in Gran Bretagna. Per milioni di giocatori di bingo è già un’esperienza sociale e quindi per noi ha senso offrire la possibilità di giocarci”, afferma Julien Codorniou, Head of Partnerships per la Francia e il Benelux presso la sede parigina di Facebook.

L’ingresso del gioco d’azzardo in Facebook, però, non sarà istantaneo in tutto il mondo: l’augurio per gli investitori è introdurre la versione online con soldi veri per il poker, il bingo e le slot machine nel 2013. Unica problematica è il rischio legale: sarà difficile per Zuckerberg e soci introdurlo in paesi dove il gioco d’azzardo è scarsamente regolamentato o addirittura perseguito. Il caso degli Stati Uniti è emblematico, dove le autorità hanno cominciato solo di recente ad aprire la porta ad alcuni tipi di scommesse online, solo a livello dei singoli stati. Chissà la legislazione italiana come si comporterà. Unica cosa certa è la nostra propensione al gioco, visti gli enormi ricavi delle lotterie nazionali e, se Facebook verrà aperto all’uso di soldi veri, saranno in molti che tenteranno la fortuna…o si rovineranno.