Home Attualità Erdogan, la Germania è ancora un paese nazista

Erdogan, la Germania è ancora un paese nazista

ANKARA-Sono state durissime le accuse del presidente turco Erdogan verso il governo tedesco. Secondo il presidente che ha proposto una riforma verso uno stringente presidenzialismo, la Germania sta ostacolando la campagna elettorale turca per il referendum popolare del prossimo 16 aprile. Il governo turco ritiene che attraverso i protocolli da seguire per la richiesta dei pubblici dibattiti e l’accredito dei politici turchi, Merkel e la maggioranza stiano boicottando la libera espressione dei politici  e dei cittadini che voteranno fuori sede. Il delegato alla Cancelleria Peter Altmeier ha ribadito che il rifiuto di alcuni comizi è stato motivato da problematiche di sicurezza, senza nessuno zampino politico. La cancelliera Merkel ha inoltre ritenuto poco serie le accuse avanzate dal presidente turco e inutilmente commentabili. Insomma, non meritevoli di peso. Perché tutto questo astio tra Erdogan e Merkel? I numeri sembrano suggerire qualcosa. Infatti, circa 4 milioni di turchi risiedono in terra tedesca e un voto contrario alla riforma potrebbe minacciare lo strapotere dell’APK. Inoltre, è ironico che Erdogan accusi di nazismo altri quando ha definito lo stato hitleriano come un esempio da emulare.

 

 

fonte foto: The Indipendent