Home Attualità Ustica, finalmente la sentenza storica: “Lo Stato è colpevole!”

Ustica, finalmente la sentenza storica: “Lo Stato è colpevole!”

Una bella notizia per chi crede che la verità vada sempre spasmodicamente cercata, pur dinanzi a ostacoli insormontabili o tempi biblici. La terza sezione civile della Cassazione ha emesso una sentenza storica: il DC-9 dell’Itavia, scomparso dai radar  al largo dell’isolotto di Ustica, pochi chilomentri a nord di Palermo, alle 20 e 59 del 27 giugno del 1980 venne abbattuto da un missile durante uno scontro tra caccia miliatari: non ci sarebbe stata quindi nessuna bomba o esplosione in volo . Quest’ultima tesi, punto cardine dei processi penali, aveva contribuito a scagionare alcuni vertici militari italiani, rei di aver attuato pratiche di depistaggio. Il velivolo, partito da Borgo Panigale, nei pressi di Bologna, alle 20 e 08 sarebbe dovuto giungere a Punta Raisi, aereoporto di Palermo, dove sarebbe dovuto atterrare alle 21 e 13. I radar di Ciampino e Licola segnalarono il passaggio del velivolo, ma fu il centro di Marsala a far scattare l’allarme: partirono da subito le ricerche e i primi resti del DC-9  vennero ritrovati l’indomani nei pressi di Ustica. L’importanza di questa sentenza risiede nel fatto che è stata riconosciuta la responsabilità dello Stato  per non aver garantito, con adeguati controlli dei radar militari e civili, la sicurezza del proprio spazio aereo, tanto da rinviare alla Corte di Appello Palermo la decisione di garantire un più lauto risarcimento, per ora stabilito al milione e 240 mila euro, destinato ai familiari delle 81 vittime. “C’è un po’ di verità, ma è tardiva” – ha dichiarato Andrea Purgatorio, autore del libro “Il muro di gomma”, pubblicato nel 1991. “ Una parte dello Stato ha tentato di mettere tutto sotto silenzio: possibile che tutti gli strumenti rivelatori fossero contemporaneamente fuori uso? Possibile che non si sapesse di esercitazioni militari nell’area?”. Un piccolo passo avanti è stato fatto: chi doveva vigilare non ha vigilato o ha “chiuso gli occhi”.  La migliore delle notizie sarebbe che si accertassero nomi e cognomi dei responsabili dell’accaduto: Stati Uniti permettendo…