Home Bellessere Terme tra i ghiacciai, le nuove spa di tendenza

Terme tra i ghiacciai, le nuove spa di tendenza

Godersi un po’ di relax è sempre più difficile. Coniare relax e strutture ecocompatibili è anche più arduo. Tuttavia, da qualche anno i paesi più freddi d’Europa stanno realizzando le spa più belle all’interno dei ghiacciai, in assoluta armonia con il paesaggio. Uno dei primo hotel a 5 stelle ad offrire tale meraviglia è stato il Biohotel Stanglwirt, in Austria, dotato di cascate  di acqua calda, grotte saline, saune, idromassaggi, piscine coperte, una sorgente termale e una vasca all’aperto. Il prezzo a persona con mezza pensione è di 125 euro. Nel cuore delle Alpi Svizzere si trovano le terme di acqua salina a 33°di Breiten.  In Lombardia, il Bormio offre una piscina panoramica all’aperto, detta dei “ Bagni Vecchi di Bormio”. A 1400 metri di altezza, una piscina termale risalente agli antichi romani è collegata a gallerie, grotte e sorgenti calde. L’uomo contemporaneo ha aggiunto la musicoterapia, la cromoterapia e le stufe biologiche aromatizzate. In provincia di Trento, a Malé, sono presenti i Bagni di Rabbi, stazione termale fin dal 1600 con acqua termali arricchite da ferro, magnesio e bicarbonato di calcio provenienti dalle rocce dolomitiche. Le terme di Merano, Comano Terme e Levico Terme, sono altre stazioni note in provincia di Trento che offrono oltre ai bagni termali, sorgenti oligominerali e siti archeologici. In giro per il Trentino ce ne sono diverse, anche nella provincia di Bolzano.