Home Lifestyle Cose di Casa Come scegliere l’abito da sposa curvy e risparmiare

Come scegliere l’abito da sposa curvy e risparmiare

La data è fissata, la chiesa anche, e il passo successivo per l’organizzazione del giorno più importante della vostra vita è trovare l’abito da sposa perfetto che vi accompagnerà lungo la navata verso il vostro futuro marito. Poche idee ma ben chiare definiscono le linee guida per trovarlo: budget contenuto, aspetto indimenticabile e… plus-size.

Anche se l’impresa vi sembra impossibile, preparatevi a ricredervi, in fondo non tutte le donne sono disposte a spendere una fortuna per un vestito che si indossa per sole 12 ore e non tutte le spose assomigliano a quelle raffigurate nei cataloghi! Ecco perché scovare l’abito perfetto al prezzo ideale sarà una vera passeggiata, soprattutto se seguirete i nostri 5 utilissimi consigli.

Quando entrate in un negozio di abiti da sposa non snobbate il lato dedicato alle damigelle d’onore. Si tratta di vestiti disponibili in varie taglie, tendenzialmente lunghi (ma se ne trovano tranquillamente anche di corti), ricchi di paillettes e voile, scollati e molto, molto eleganti. Siete proprio sicure che non possano adattarsi anche a una sposa? Rifletteteci, il prezzo è almeno un decimo di quello del vestito bianco che avete appena provato!

Esistono abiti da sera incantevoli, adatti ai ricevimenti più chic e firmati da alcuni degli stilisti più quotati a livello internazionale, vestiti che se acquistati in un negozio non specializzato in matrimoni, arrivano a costare al massimo qualche centinaio di euro. Anche lì il problema “taglia” non si pone, la scelta dello stile non è assolutamente limitata e può spaziare dal lungo al corto, da quello più o meno scollato. Allora cosa state aspettando?
Chiamarli usati è quasi un’offesa, dato che hanno visto la luce del sole giusto per una manciata di ore, ecco perché sempre più donne optano per un abito da sposa di seconda mano, da acquistare su internet o direttamente in alcuni atelier che li trattano insieme alle novità.

Se riuscite a trovare quello della vostra taglia il gioco è fatto, in caso contrario basterà rivolgersi a una brava sarta (spesso sono disponibili quelle del negozio) per apportare qualche modifica. In ogni modo riadattarlo alle vostre forme vi costerà sicuramente meno che comprarne uno nuovo di zecca, pensateci.
 Molti negozi hanno a disposizione dei campionari, usati per far provare il modello alla cliente di turno, la quale deve poi ordinare l’abito direttamente in ditta. Se quello che avete misurato è l’abito dei vostri sogni e non necessita di particolari modifiche, potreste chiedere all’atelier di vendervi direttamente il campionario, soprattutto se si tratta di un modello della collezione precedente, che ha già vissuto il suo tempo in negozio. In questo caso, infatti, l’abito viene considerato come “usato” e lo sconto sul prezzo finale va dal 30 al 50 percento, dunque rifletteteci bene!
La moda degli abiti da sposa non è molto diversa da quella che vedete sulle passerelle di Milano. Ogni stagione la collezione viene aggiornata con modelli nuovi, spesso identici a quelli cha hanno avuto maggior successo negli anni passati. Comprare un vestito da cerimonia della collezione 2013 piuttosto che di quella del 2014 non farà di voi una sposa demodé, né vi farà sfigurare davanti ai vostri ospiti, o tantomeno, a vostro marito. Ecco perché molte donne che vogliono risparmiare chiedono subito di vedere qualche modello in saldo o si recano direttamente negli outlet di zona, questa mossa, infatti, arriva a ridurre il prezzo finale anche del 30-40%, decisamente un affare!