Home Lifestyle Viaggi Puente Genil, tesoro di Cordoba

Puente Genil, tesoro di Cordoba

Puente Gentil è un comune spagnolo di 28.000 abitanti nella comunità autonoma dell’Andalusia. Distante 68 km da Cordoba e situata sul fiume Genil, la cittadina è un fulcro economico agricolo, artigianale e industriale.

I ritrovamenti archeologici hanno dimostrato che Puente Gentil è stata fondata nel corso dell’Età del bronzo. Un esempio è la villa di Fuente Alamo , costruzione del IV secolo e la necropoli di Castelaresla denota la presenza successiva dei Visigoti. Del periodo arabo fa parte il Castillo Ansur, appartenente al X secolo.  Puente Gentil deve il suo nome al ponte del XIII secolo costruito sulla riva del fiume e a Ponton, la comunità che si sviluppò li vicino. La località fu disabitata fino alla fine del XIV secolo, fin quando il signore di  Aguilar non avviò il processo di ripopolamento. Dopo varie epidemie di peste, a partire dalla metà del secolo XIX iniziò l’industrializzazione della città.

I principali monumenti della città sono il Ponte sul fiume Gentil, del 1561;

il Palacio de los duques de medinaceli del XVI secolo;

le case dei signori della famiglia Ximenes-Montilla, della famiglia Reina e di Leopoldo Senornes;

las Casas de la Aurora y de Alianza, tipiche dimore industriali del XX secolo;

le Chiese Parrocchiali di Nostra Signora de la Purificacion del XIV secolo;

la Chiesa di Santiago del 1705;

la Chiesa del Carmen del 1630;

la Chiesa di San José del 1957;

la Chiesa di Nuestro Padre Jesus Nazareno del XVI secolo nella quale si venera El Terrible, statua di Gesù del 1622;

la Chiesa del Dulce Nombre de Jesus del XVIII secolo;

la Chiesa di San Francisco del 1630;

la Chiesa della Asuncion del 1758;

la Chiesa di Nuestra Seňora de la Cocepcion del 1659;

la Ermita de Jesus Nazareno del XVI secolo;

il Convento de San Francisco de la Victoria del XVII secolo entro cui c’è il museo archeologico municipale.

 

 

Fonte foto:http://www.hernandezrabal.com/espana/andalucia/cordoba/puentegenil.htm