Home Lifestyle Viaggi Yucatán, una meraviglia messicana

Yucatán, una meraviglia messicana

Il nome Yucatán deriva dalla parola (in lingua nahuatl) “Yukatlàn”, “il luogo della ricchezza”.

La valle dello Yucatán è uno dei 31 Stati del Messico. Sotto lo Yucatán è sepolto Chicxulub, un enorme cratere formatosi molto probabilmente 65 milioni di anni fa con la caduta del meteorite che ha portato all’estinzione dei dinosauri. Il cratere, seppur sepolto, può essere intravisto per via dei segni lasciati dal terribile impatto del corpo celeste.

Prima dello sbarco dei conquistatori spagnoli nella regione, lo Yucatán era una delle regioni più prospere dell’Impero Maya e ancora oggi sono presenti fossili di tremila anni fa. La città di Izamal e Mérida (la capitale dello stato, chiamata anticamente, T’ho) è una delle antiche cittadine Maya abitate ancora oggi.

Lo Stato dello Yucatán fu uno degli ultimi ad entrare a far parte della repubblica messicana. Durante la presidenza di Porfirio Díaz il territorio dello Stato fu diviso per creare il Territorio Federale di Quintana Roo. Attualmente lo stato è diviso in 106 comuni, tra i quali Maní, Motul, Muná, Progreso, Tekax, Ticul, Tizimín, Umán e Valladolid. I luoghi più belli da visitare nella valle sono:

La spiaggia di Tulum Ruinas;

Coba’, a 45 km da Tulum, sulla strada per Valladolid. Consigliata per una visita in bici a noleggio, per arrivare alla grande piramide che dista 3 km. Dopo la piramide si può fare il giro sulla Tirolesa, una fune sospesa;

La città di Valladolid, una bella città coloniale, in cui c’è una chiesa antica e lo zocalo;

Da Valladolid proseguendo per la strada che va a Merida (strada normale) si può visitare il cenote di Dznitup;

Chichen Itza, uno dei più importanti e bei siti maya;

La Biosfera di Siankan da Tulum lungo la costa, 50 km si strada sterrata lungo il quale c’è un osservatorio naturalistico e un ponte dove si possono vedere barracuda e coccodrilli;

Rio Largatos, riserva naturale in cui si possono fare escursioni con barca, ammirare fenicotteri, aquile pescatrici e visitare la laguna.