Home Spettacoli e Cultura Buon compleanno a Luciano De Crescenzo: I 90 anni del Professor Bellavista

Buon compleanno a Luciano De Crescenzo: I 90 anni del Professor Bellavista

Luciano De Crescenzo spegne 90 candeline

“Tutti possiamo reinventarci. Se ci accorgiamo di non esser felici, diamoci una seconda possibilità”

Lui l’ha fatto. Ha rinunciato a una promettente carriera di dirigente alla IBM per far un salto nel vuoto.

Luciano De Crescenzo compie 90 anni. Una lunghissima esistenza, passata attraverso la guerra, la fuga a Cassino per scampare ai nazisti, la fame, i primi amori; l’esperienza di ingegnere all’IBM, quasi fantascientifica negli anni Sessanta (tanto che sua madre si confondeva e diceva: «Mio figlio è ingegnere alla Upim»).

E poi la lunga e fortunata carriera letteraria e non solo…

LA VITA

Napoli lo vede nascere il 18 agosto (n.d.r il padre lo dichiarerà solo due giorni dopo) nel quartiere San Ferdinando, zona Santa Lucia, dove frequentò le elementari insieme a Carlo Pedersoli (Bud Spencer, ndr).

Dopo aver conseguito la laurea col massimo dei voti in Ingegneria presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e aver avviato una promettente carriera alla IBM, capisce che la sua vera vocazione è quella di “scrittore divulgatore”.

Lasciato il lavoro, si dedica interamente alla scrittura, favorito anche dal grande interesse di Maurizio Costanzo, padrino della sua prima opera “Così parlò Bellavista” (1977); vende oltre 600 mila copie, cui seguono un’altra cinquantina di testi altrettanto fortunati.

“Spinto dal desiderio di novità, decisi di lasciare il lavoro e dedicarmi completamente alla scrittura. Se vogliamo chiamarlo salto nel vuoto, oggi, col senno di poi, posso affermare che non avrei potuto scegliere vuoto migliore”.

IL CINEMA E LA TV

De Crescenzo è stato anche regista e attore per i film Così parlò Bellavista (1984), Il mistero di Bellavista (1985), 32 dicembre (1988) e Croce e delizia (1995). Ha recitato accanto a Sophia Loren, Luca De Filippo e Pupella Maggio in Sabato, Domenica e Lunedì (1990) per la regia di Lina Wertmüller, affiancandovi anche l’attività di scrittore. Nel corso degli anni Ottanta e Novanta, infatti, ha condotto sulle reti Rai una trasmissione televisiva (Zeus – Le Gesta degli Dei e degli Eroi) sui miti e sulle leggende degli antichi greci (Arnoldo Mondadori Editore, ndr).

IN LIBRERIA

A 90 anni continua a scrivere con il suo vecchio e fedele computer IBM, l’ultima opera giunta in libreria è la sua autobiografia Sono stato fortunato, bilancio della sua vita.

Il Professor Bellavista ha saputo vivisezionare quella “napoletanità” che tanto gli è cara come nessun altro prima di lui, ritenendo che “Napoli possa essere ancora l’ultima speranza che resta alla razza umana”.

Fonte foto: Google