Home Sport Conte è il nuovo c.t. della Nazionale

Conte è il nuovo c.t. della Nazionale

“Abbiamo raggiunto l’accordo: Conte è il nuovo c.t. azzurro”. Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, annuncia attraverso l’Ansa il nome del nuovo commissario tecnico della Nazionale. Da oggi comincia l’era-Conte. La conferenza stampa di presentazione è prevista martedì 19alle 11.30 presso l’hotel Parco dei Principi a Roma.

Conte e l’Italia: il romanzo d’estate volge al finale, dopo che anche l’ultimo nodo, quello economico è stato risolto attraverso l’intervento dello sponsor. La Figc infatti — per ragioni etiche e d’immagine, non solo di bilancio — non intendeva pagarlo più di Prandelli. Andrà a finire che verserà a Conte 100mila euro in meno: 1,6 milioni, col resto aggiunto dalla Puma, che evidentemente ha riconosciuto che con l’arrivo di Conte e la sua immagine vincente si moltiplica il valore mediatico della Nazionale.

Conte guadagnava alla Juve circa 3,5 milioni netti: questa, per lui, è la cifra minima accettabile. Per essere più precisi: Conte avrebbe chiesto alla Figc un lordo di 5,5 milioni. Cesare Prandelli aveva un contratto di 1,7 milioni netti (3,2 lordi). E questo è il massimo che Tavecchio può inserire a bilancio federale. Una volta ottenuto l’ok di massima da Conte, la Federcalcio s’è rivolta subito allo sponsor prospettando, appunto, l’incredibile aumento di valore della Nazionale con il c.t. campione d’Italia. Sono cominciate le trattative: la richiesta è di 3 milioni all’anno, ma ci si accontenterebbe di qualcosa di meno (2,5). Tutte cifre, cosa importante, che non intaccherebbero il contratto esistente con la Figc: sarebbero un “più” ad personam. Quindi, grazie alla tassazione favorevole, Conte finirebbe col guadagnare 3,5-3,6 milioni netti. A Conte firma un biennale fino al 2016.