Home Sport Partono le nuove stagioni calcistiche europee, o quasi…

Partono le nuove stagioni calcistiche europee, o quasi…

Sotto i bollenti cieli estivi, una settimana fa è scattata la Ligue 1, ieri la Premier League e la Liga, mentre la settimana prossima sarà la volta della Bundesliga e della nostra Serie A. Ripartono i campionati di tutta Europa. Facciamo un breve punto della situazione ai nastri di partenza.

La Ligue 1 in Francia è già alla seconda giornata: la notizia è il deludente avvio del PSG di Carlo Ancelotti, una squadra abbastanza odiata nel panorama transalpino e in maniera minore in Europa a causa delle sue finanze senza fondo che svuotato gli altri club dei loro campioni. Due pareggi nelle prime due uscite hanno sollevato un polverone e la stampa francese ha già definito il PSG come una “Tigre Di Carta”, giudicandone il gioco collettivo “prossimo allo zero”. Intanto Lione, Bordeaux e Marsiglia si attestano in prima posizione, pronte a dare battaglia. Ricordando le prime uscite del Chelsea formato Abramovich e del Manchester City di Mansour, siamo sicuri che Ancelotti e il suo team di stelle sapranno rifarsi.

La Liga spagnola è anch’essa alle prime battute e troppo poco si è giocato per cominciare a dare giudizi:  c’era grande attesa per il Barcellona dopo l’addio di Pep Guardiola ma il suo vice Tito Vilanova non ha deluso le aspettative, vincendo con uno scoppiettante 5-1 contro una Real Sociedad impotente. L’antagonista Real Madrid de “el unico” allenatore Josè Mourinho ha impattato invece 1-1 contro il Valencia, sebbene fosse passata per prima in vantaggio con Higuain e nonostante un tenace forcing finale. Spettacolare e godibile il 5-3 tra Betis Siviglia e Athletic Bilbao, con i baschi in apprensione per il caso Llorente. Sarà il solito campionato a braccetto Barca-Real oppure avremo delle sorprese? Bookmakers e tifosi sperano in qualche colpo di scena. Sullo sfondo c’è curiosità per la vicenda del crac del Malaga, alla deriva dopo che lo sceicco qatariota Al Thani ha deciso di recedere dall’investimento.

La Premier League è alla prima giornata ed il giudizio è altrettanto sospeso come per la Liga. C’è da segnalare la sofferta vittoria dei campioni in carica del Manchester City con un 3-2 che ha lasciato Mancini con qualche dubbio sulla tenuta difensiva dei suoi e in ansia per un presunto infortunio del Kun Aguero poi sgonfiato dal giocatore stesso su Twitter. Il Chelsea del giovane Di Matteo, fresco di vittoria in Champions League, ha regolato facilmente un buon Wigan grazie al suo nuovo acquisto Eden Hazard: l’ex Lilla era tirato a lucido già alla prima giornata e ha fatto vedere a tutto il pubblico inglese i suoi numeri da mago. Pari casalingo dell’Arsenal e sconfitte di Liverpool, Tottenham e del grande Manchester United, fresco dell’acquisto dell’ex Gunners Van Persie. Il” campionato più bello del mondo”, come da molti definito, ha poche compagini pretendenti al titolo ma ogni giornata riserva spettacolo.

La Bundesliga deve ancora cominciare ma già si preannuncia un dominio Bayern Monaco, con il botto di mercato Javi Martinez prelevato dall’Athletic Bilbao per 40 milioni di euro: il Borussia Dortmund bicampione è avvertito. Le avversarie dovranno forse limitarsi a raccogliere le briciole che rimarranno, nonostante gli sforzi per migliorare le loro squadre. Data d’inizio 24 Agosto.

E la Serie A!? Una stagione tra le più povere di colpi di mercato è proprio un’incognita, ma da bravi malati ed esperti di calcio sappiamo che le solite Juventus, Milan, Inter si giocheranno come sempre lo scudetto mentre Roma, Napoli e chissà chi altro saranno pronte a sfruttare ogni possibile crepa che si possa insinuare nel rendimento delle grandi del Nord. Altrimenti ci emozioneremo per la conquista di un posto in Champions, per la lotta all’Europa League, o pronosticando chi retrocederà delle neopromosse. Dal 26 Agosto riparte la giostra.