Home Attualità Si avvicinano le primarie. Comincia la campagna elettorale interna a PDL e...

Si avvicinano le primarie. Comincia la campagna elettorale interna a PDL e PD

L’8 Dicembre è sempre più vicino. Dopo aver visto sfumare l’ipotesi di grazia per la condanna definitiva a 4 anni per frode fiscale, Silvio Berlusconi spera che i senatori PDL riescano a bloccare il voto per la decadenza del loro collega. Il 27 Novembre è il giorno previsto per tale votazione; se gli 8 senatori  pro Berlusconi dimostrassero, tramite gli articoli del regolamento senatoriale, che ci sono state delle irregolarità durante i lavori della Giunta per le elezioni, la quale ha deciso la data per il voto di decadenza del Cavaliere, si potrebbe ulteriormente posticipare il fausto evento.

Intanto, continuano le campagne elettorali interne al PDL e al PD in vista delle primarie per l’Immacolata. Stesso giorno per decidere del futuro del paese. Entro le feste natalizie, l’Italia conoscerà i nomi dei nuovi segretari dei maggiori partiti di destra e sinistra, oltre che assistere alla rinascita di Forza Italia. Tuttavia, se il Cavaliere decadesse dalla carica senatoriale, Forza Italia partirebbe con una marcia in meno rispetto al suo figlio-genitore PDL. Angelino Alfano resterà a capo del partito, in quanto segretario legittimo. I ministri del suo partito rimarranno in carica fino al termine del mandato, momento in cui dovranno decidere se ricongiungersi all’antica Forza Italia o restare fedeli al giovane Popolo delle Libertà.

Il Partito Democratico dal canto suo, vive il travagliato conflitto Renzi-Letta/vecchia guardia. Il sindaco di Firenze pretende il dialogo con i gerarchi del partito e con i segretari degli altri partiti, dichiarandosi però contrario alle coalizioni di comodo. Vuole innovazione, ringiovanimento dei vertici e meno burocrazia. Letta e i candidati a segretario Veltroni e Marinosi, si pongono come simboli delle politiche di comodo, di quelle antiquate ed eccessivamente legate alla politica UE per Matteo Renzi, del non udire i bisogni dei cittadini italiani per mantenere i rapporti commerciali con grandi paesi come la Francia, che attualmente è impegnata in partnership con l’Italia per la Tav Torino-Lione.

In attesa dell’8 Dicembre, l’Italia continua a seguire con attenzione gli sviluppi delle vicende di destra e sinistra.