Home Attualità Strage di Orlando, nuovi aggiornamenti sull’attentatore

Strage di Orlando, nuovi aggiornamenti sull’attentatore

ORLANDO-Omar Mateen, l’attentatore ucciso dalla polizia durante la strage del gay club Pulse, ha avuto conversazioni con la polizia durante l’evento. Di recente l’FBI ne ha diffuso le trascrizioni. Mateen ha telefonato da un bagno del Pulse dicendo agli agenti di aver piazzato diverse cariche esplosive e avrebbe giurato fedeltà al capo dello Stato Islamico.

Al momento sono forti le critiche rivolte all’amministrazione Obama che non intende etichettare il genocidio compiuto da Mateen come un attentato senza aver indagato a fondo sulla cosa. Infatti, al momento il Dipartimento di Giustizia non ha potuto fornire le complete trascrizioni delle conversazioni di Mateen. E’ vero che l’uomo è stato ispirato dall’estremismo radicale e che aveva preso di mira la comunità gay, ma è ancora presto per dire se si tratti di un attentato o se sia stato l’atto di un solo folle.

Si pensa che comunque Omar Mateen si sia radicalizzato negli Stati Uniti, molto probabilmente su internet e che abbia pianificato la strage. Al vaglio degli inquirenti anche la tesi secondo cui Mateen abbia frequentato il Pulse perché gay o solo per pianificare i suoi movimenti.