Home Attualità Tutti i trucchi per ottenere un lavoro

Tutti i trucchi per ottenere un lavoro

La lettura del CV e della Lettera di Motivazione rappresenta il primo contatto tra l’aspirante e l’azienda in cui vorrebbe lavorare. E’ sempre utile curarle in ogni dettaglio, poiché rappresentano un biglietto da visita immediato.

Suggerimenti per un buon CV: 

– Focalizzarsi sulle competenze ed esperienze utili per la posizione a cui ci si candida. Quindi, ogni volta che si inoltra il proprio CV a un’azienda è utile rivederlo e redigerlo nuovamente, se necessario.

-Sottolineare i risultati chiave e i ruoli di responsabilità ricoperti nel corso della carriera.

– Racchiudere  le informazioni per aree: Educazione, Esperienze, Competenze, Interessi.

– Elencare le esperienze più recenti e poi quelle passate.
– Evidenzia solo quelle abilità che si è certi di poter riconfermare durante il colloquio.
– Prima di inviare il CV , rileggerlo con attenzione, correggendo eventuali errori.

Per una buona Lettera di Motivazione: 
– Indirizzare la lettera allo specifico ufficio o dipartimento a cui ci si candida.
– Spiegare quali siano le doti che rendano la persona adatta al ruolo offerto.
– Non limitarsi a copiare il contenuto già presente nel CV
–  Scrivere il tutto in una pagina.- Ricontrollare sempre due volte l’ortografia e la grammatica prima di inviare la Lettera.

L’obiettivo del colloquio, richiesto di persona o via Skype, è comprendere se le aspirazioni, competenze e valori sono compatibili con quelli dell’azienda.

Una buona preparazione per il colloquio è caratterizzata da:

– Lettura di tutte le informazioni circa la storia, gli obiettivi e le sedi aziendali.

– Guardare nel Press Centre le news per essere aggiornato al meglio.

– Studiare gli ultimi sviluppi e i trend futuri programmati.
– Ricordare i tratti salienti del CV e della Lettera di Motivazione.
– Pensare alle aspirazioni e agli obbiettivi che si vorrebbero raggiungere nell’azienda da cui si è stati convocati.

Durante il colloquio: 
– Mantenere un atteggiamento e una mentalità ottimistica.
– Usare un tono professionale, dimostrando di saper usare sapientemente i termini tecnici.
– Utilizzare un linguaggio del corpo aperto, senza accavallare le braccia, toccarsi nervosamente i capelli o sporgersi troppo in avanti.

-Controllare l’ansia. Ascoltare le parole dell’interlocutore servirà a farlo.

– Ricordarsi di ascoltare attivamente e non esitare a chiedere chiarificazioni, se necessario.

– Restare concentrato.

-Pensare prima di dare una risposta.

– Al termine del colloquio, porre domande, se necessarie a chiarire la propria posizione di candidatura o l’etica dell’azienda.

Dopo il colloquio:

-Non inviare spasmodicamente e-mail all’ufficio Recruting per conoscerne l’esito. Ogni azienda e ufficio ha una sua tempistica. Solitamente, entro 30 giorni gli esiti sono resi pubblici tramite un messaggio privato o una raccomandata.

-Informarsi su ulteriori ruoli offerti dall’azienda, così da dimostrare l’interesse per la realtà offerta.

-Continuare a mandare CV per altri posti di lavoro. Le offerte si rinnovano e sono pubblicate di continuo. Meglio non fermarsi in attesa di risposta. Il tempo è denaro!