Home Gossip Melissa Satta in tv risponde alle critiche social a Maddox: “Mio figlio...

Melissa Satta in tv risponde alle critiche social a Maddox: “Mio figlio ha gli occhi azzurri, e allora?”

Sul social fa faville, sono tantissimi a seguirla, normale sia pure criticata. A Melissa Satta va bene, ma non sopporta che i maligni attacchino suo figlio Maddox, nato lo scorso 15 aprile. Il piccolo è stato ‘sbattuto’ sotto la lente d’ingrandimento perché giudicato troppo bianco. E’ stata persino messa in dubbio la paternità del bimbo. L’ex velina 28enne, compagna felice e innamorata di Kevin Prince Boateng, ha deciso di rispondere per le rime in tv. Ospite di Silvia Toffanin a “Verissimo”, ha sottolineato: “Lo trovo agghiacciante. Le critiche sul web vanno benissimo. Mi mostro in prima persona, sono un personaggio pubblico, mi diverto. Chi mi apprezza, sono contento che mi segua, chi non mi apprezza, va bene lo stesso. Di me possono dire tutto. Non mi interessa. Però quando si attaccano i bambini che non c’entrano niente, toccando il tasto della razza è brutto e triste”.

La showgirl e modella è delusa soprattutto dai media: “Oltre al fatto che la gente scriva il commento razzista e cattivo, ci sono giornalisti: riprendono il commento con troppa leggerezza. Come fai a scrivere su un giornale cose del tipo “Si mette in dubbio la paternità di Boateng”? E’ brutto. Tutto questo per il colore della pelle. E’ normale. Siamo una coppia mista. Il bambino poteva nascere bianco, nero o mulatto, non si sa. I geni fanno il loro corso. Mio figlio ha gli occhi azzurri, io e il mio compagno li abbiamo scuri, ma in famiglia ci sono nonne che li avevano e quindi rimarrà con gli occhi azzurri. Cosa devo dire? Che non è mio figlio? Trovo tutto ridicolo. Queste persone si devono mettere una mano sulla coscienza e riflettere prima di scrivere. Anche i giornalisti dovrebbero avere un minimo tatto”.

Nel leggere tutto questo non ha pianto, ma si è dispiaciuta per Boateng. “Tra la stampa italiana e la stampa tedesca, ci sono molte differenze. Lì non è uscito nulla di tutto ciò, sono abituati alle coppie miste – ha continuato la Satta – Spero che non ci sia razzismo nella stampa italiana, ma io ho ricevuto commenti razzisti. Non si può dubitare di una paternità solo perché la pelle del bambino è diversa da quella del padre. Io sono bianca. Ho voluto dire queste cose per difendere tutti”.

Sempre su Kevin, ha chiarito: “Lui non segue la stampa italiana, stando in Germania. Io ho cercato di non parlarne con lui. Non mi arrabbio mai su niente. Sono abituata a ricevere attacchi. Ma su un bambino, non ha senso”.

E’ stata assalita verbalmente anche perché non mostra il figlioletto online, ma solo particolari, come le manine e i piedini: “Mi dicono anche che non lo faccio vedere sui social perché è brutto. Non mi interessa, per me, anche se fosse brutto, è il bambino più bello del mondo. Instagram e Twitter sono cose quotidiane. Ti fa piacere condividere con tutti i momenti divertenti. Per ora, non mostriamo il volto. Ma un giorno succederà”.