Home Lifestyle Viaggi Cordoba, cuore storico dell’Andalusia

Cordoba, cuore storico dell’Andalusia

Cordoba è un comune di 328.841 abitanti, parte della comunità autonoma dell’Andalusia, bagnato dal fiume Guadalquivir. Nel 45 a.C. durante la guerra civile tra Cesare e Pompeo, Cordoba faceva parte dei territori pompeiani, ma fu conquistata da Gaio Giulio Cesare. Dopo l’occupazione bizantina e dell’Emirato di al-Andalus, poi trasformatosi in Califfato, il territorio divenne cristiano.

Le cinte muriarie della città sono presenti solo in alcuni punti e i reperti architettonici più importanti sono:
il ponte che sormonta il Guadalquivir;
la residenza califfale della Medina, patrimonio UNESCO;
la torre della Malmuerta, in cui fu uccisa una nobile moglie infedele;
l’Alcazar, fatta costruire da Alfonso XI il Giustiziere nel 1328, ricca di giardini, fontane, bagni e serbatoi per l’acqua dalla dinastia dei Trastamaras; successivamente fu usata come residenza del regno cattolico e sede di inquisizioni;
la Mezquita, una moschea che è anche una cattedrale cattolica. Dalla forma rettangolare e cinta da un alto muro, attualmente Cattedrale di Cordova, è il più importante monumento musulmano di Spagna;
la piccola sinagoga;
la Juderia, antico quartiere ebraico dietro la Cattedrale;
il Palazzo della Deputazione, già monastero delle Mercedi;
il Museo municipale taurino, dedicato agli oggetti delle corride e ai toreri cordovani.
Il Cristo de los Faroles, crocifisso situato nella plaza de los Capuchinos, illuminato da otto lanterne.

 

 

Fonte foto:http://www.corsispagnolo.com/cordoba.htm