Home Lifestyle Viaggi Edimburgo, il cuore di Scozia

Edimburgo, il cuore di Scozia

Edimburgo è una città da 500.000 abitanti del Regno Unito e capitale della Scozia dal 1437. La città è situata sulla costa orientale della Scozia e sulla riva meridionale del Firth of Forth, a circa 70 km ad est di Glasgow.

Circa 2 milioni di turisti all’anno la visitano anche per partecipare al Festival di Edimburgo, che si tiene ogni anno ed è accompagnato da numerose manifestazioni collaterali.

Le attrazioni principali della città sono:

1) La Old Town, che conserva la sua struttura medievale e molti edifici risalenti all’epoca della Riforma Protestante che si affacciano sulla via principale di Royal Mile. Il “Royal Mile” è un insieme di quattro vie (Castlehill, Lawnmarket, High-street eCanongate) sulle quali si affacciano numerosi edifici pubblici di notevole interesse. La Cattedrale di Sant’Egidio che è la principale chiesa della città e si trova lungo la High-street. Dietro questa chiesa si trova anche la Parliament House che fu il palazzo del parlamento in cui l’assemblea scozzese si riunì fino al 1707 ed è ora l’edificio dell’alta corte del tribunale scozzese. Sempre lungo “il miglio reale” si trova la casa del XV secolo in cui abitò John Knox, il riformatore della chiesa scozzese. In fondo alla via Canongate (ultimo tratto della Royal mile partendo dal castello), in prossimità dell’Holyrood Palace, si trova anche il nuovo parlamento scozzese aperto nel 2004.

Altri edifici presenti nella Old Town sono il Museum of Scotland, la University of Edinburgh e la Scottish National Library, una biblioteca che vanta un patrimonio di circa 5 milioni di libri.

2) Il Castello di Edimburgo sorge su un’antica rocca di origine vulcanica chiamata Din Eidyn (la fortezza di Edyn), che assunse il nome di Edimburgo dopo l’invasione degli angli nel 638 d.C. Le sue origini vengono indicate intorno al 1130 d.C. ed è attualmente visitata da oltre un milione di turisti all’anno, rendendola la meta più frequentata del Regno Unito. La struttura ospita il Museo Nazionale della Guerra, i Gioielli Reali, il Palazzo Reale, le prigioni, il Salone d’Onore e il monumento nazionale scozzese ai caduti. Di grande successo il colpo di cannone che tutti i giorni, eccetto la domenica, viene sparato alle 13.00 per segnalare l’orario alle navi che attraccano al porto; questa tradizione si protrae dal 1846.

Negli appartamenti reali è possibile osservare i gioielli della corona, fra cui la spada cerimoniale, la corona e lo scettro. Nella stessa stanza è presente anche la pietra del destino (Stone of Scone) dove venivano incoronati i reali scozzesi.

3)New Townsi affaccia su Princes Street e venne costruita verso dalla fine del XVIII secolo. Nel gennaio del 1766 fu indetta una competizione per trovare il miglior progetto per il nuovo quartiere e a vincerla fu il giovane James Craig. La prima versione della New Town fu terminata intorno al 1800, ma fu ampliata con l’aggiunta di nuovi quartieri che riprendevano lo schema della versione originale. L’eccesso di terra scavata, derivata dalla costruzione di questi nuovi quartieri, fu utilizzata per creare una piccola collina sulla depressione del Loch Nor chiamata oggi The Mounde che ora collega la città nuova a quella vecchia. Su questo rilievo nella metà del XIX secolo furono costruiti gli edifici per la National Gallery of Scotland e per la Royal Scottish Academy.

4)South Side è una parte della città prettamente residenziale e comprende più aree: Saint Leonards, Marchmont, Haymarket, Polwarth, Newington, Sciennes, The Grange, Bruntsfield, Morningside, e Merchiston. In questa zona si trova anche il campus universitario.

5)Calton Hill è una collina sopra la quale sono stati costruiti vari monumenti. In cima si trovano due osservatori, il Nelson’s Monument (una torre dedicata all’Ammiraglio Nelson) e il National Monument, un monumento costruito sul modello del Partenone di Atene. Questo è anche chiamato dai cittadini “la vergogna di Edimburgo” perché, voluto per onorare i caduti durante le guerre contro Napoleone, è rimasto incompleto per mancanza di fondi. Sul lato sud della collina si trova anche la St. Andrew’s House, un grande edificio in Art Déco.

L’evento tradizionalmente di più alto rilievo è l’Edinburgh International Festival, che dal 1947 ospita grandi opere teatrali e concerti di musica classica. Oggi questo festival è stato superato per grandezza da un altro evento, l’Edinburgh Fringe, che punta molto sulla commedia. Tra gli altri festival, ci sono l’Edinburgh International Film Festival, la parata militare Edinburgh Military Tattoo e il festival del libro Edinburgh International Book Festival.