Home Lifestyle Viaggi Malaga, la città dei musei

Malaga, la città dei musei

Málaga è una città di 560.631 abitanti la quale fa parte della comunità autonoma dell’Andalusia, nel sud della Spagna. Si trova sul Mediterraneo, a poco più di 100 km dallo stretto di Gibilterra. Le foci dei fiumi Guadalmedina, che divide il centro storico dalla città nuova, e il Guadalhorce costeggiano la città. L’area è stata da sempre abitata, come testimoniano reperti e pitture rupestri, ma Málaga deve le sue origini ai fenici dell’epoca di Tiro, intorno al VII secolo a.C. Dopo numerose invasioni dei visigoti e degli ottomani, durante la guerra civile spagnola, Málaga venne bombardata dai nazionalisti e dall’aviazione fascista mandata da Mussolini. Ciò spopolò l’ Almería. La città fu infine presa dai franchisti l’8 febbraio 1937. La crescita del turismo nella Costa del Sol a partire dagli anni Sessanta, ha prodotto uno sviluppo dell’edilizia e del settore terziario considerevole.
Le principali attrazioni di Malaga sono:
i resti del teatro romano che risalgono all’epoca augustea, situati ai piedi della collina di Gibralfaro. Riscoperto a metà del Novecento in seguito alla demolizione di alcuni edifici, oggi la struttura è utilizzata per rappresentazioni teatrali all’aperto;
Sulla collina del monte Gibralfaro è situata La Alcazaba, la fortezza musulmana con due cinte murarie, a cui si accedono attraverso l’Arco del Cristo. All’interno della fortezza ha sede il museo archeologico che raccoglie manufatti fenici, romani e moreschi;
il Castello di Gibralfaro fu edificato nel XIV secolo su resti fenici e offre uno splendido panorama di Malaga;
La Cattedrale di Málaga, detta dell’Incarnazione, è il principale edificio religioso della città. Edificata su un’antica moschea, la cattedrale non venne mai completata mancando una delle torri campanarie che dovevano abbellire la facciata; per questo motivo la chiesa è stata ribattezzata la Manquita, cioè la piccola monca;
la Chiesa del Sacrario è nota per il portale gotico e per la pala d’altare di Juan Belsameda.;
l’Alameda Principal, è un antico viale fiancheggiato da alberi di ficus bicentenari. Lungo il viale è presente l’ Antica Casa del Guardia, taverna di antichi splendori e la casa ove soggiornò Hans Christian Andersen;
Il Teatro Cervantes, inaugurato nel 1870, è il principale teatro della città, a cui segue il Parque, un giardino botanico subtropicale che fiancheggia il porto;
Calle Marqués de Larios è oggi la via commerciale per eccellenza di Málaga ed ospita i negozi più importanti della città;
A Malaga è presente la casa natale di Pablo Picasso, la quale si trova in Plaza de la Merced. Il Museo Picasso Málaga è uno dei principali centri museali della città, candidata per questo a capitale della cultura nel 2016;
il Centro di Arte Contemporanea, nato nel 2003 nella sede di un antico mercato lungo la riva del fiume Guadalmedina, ospita una collezione permanente di 400 opere;
il Museo Carmen Thyssen è presente nel Palacio de Villalón, appositamente restaurato per le mostre.

Fonte foto:http://www.parkingatmalaga.com/