Home Attualità I quadri sociali adesso si fanno con Google

I quadri sociali adesso si fanno con Google

The Upshot, il centro giornalistico di analisi del New York Times, ha compiuto uno studio sulle ricerche degli americani su Google. Prima di tutto, sono stati differenziati gli stati più ricchi da quelli più poveri, tenendo conto di sei fattori, tra cui il livello di istruzione, il reddito e l’aspettativa di vita.

Negli stati più poveri, diabete, e salute sono al primo posto nelle ricerche di Kentucky, Arkansas, Maine, New Mexico e Oregon. L’Anticristo è la parola più ricercata  in Nebraska, Iowa, Wyoming, a cui seguono lavoro e armi domestiche, come la calibro 38.

Nelle aree più ricche, come New York e Las Vegas, le ricerche sono concentrate sugli auguri per le feste, i viaggi, lo sport e i bambini.

I dati sono stati analizzati sulla raccolta di 10 anni di ricerche salvati dagli chief economist di Google. Il divario tra i due risultati è stato spiegato dal maggior influsso di religione e disagio sociale presente nelle aree povere e dal più alto livello di istruzione, mancanza di tempo libero e maggior reddito in quelle ricche.

Utilizzando il metodo di The Upshot in altri paesi, sarà possibile approfondire i quadri sociali internazionali, carpire maggiori disagi e volendo, dare indicazioni ai governi sulle misure sociali da prendere in considerazione.

 

 

Fonte foto:http://www.west-info.eu/it/costretta-a-rimuovere-i-suggerimenti-lesivi-o-diffamatori-google/