Home Sport Morto Muhammad Ali: addio alla leggenda oltre il pugilato

Morto Muhammad Ali: addio alla leggenda oltre il pugilato

muhammad ali az magazine

Si è spenta una delle leggende del Ventesimo secolo, vera e propria icona indelebile del pugilato e dello sport. Muhammad Ali è morto nella notte in un ospedale di Phoenix, in Arizona, all’età di 74 anni. A rendere nota della sua scomparsa è stata la famiglia.

L’ex Cassius Clay era stato ricoverato il 2 giugno a scopo “precauzionale”: le sue condizioni non era state giudicate gravi, ma i medici volevano essere prudenti vista la sua età e il morbo di Parkinson, che lo affliggeva da 30 anni.

Davvero poche negli ultimi anni le apparizioni in pubblico dell’ex campione del mondo e medaglia d’oro olimpica. L’ultima volta, in occasione del “Celebrity Fight Night” a Phoenix, Muhammad Ali era apparso molto sofferente e fragile, sorretto per tutto il tempo e con il viso nascosto dietro un paio di occhiali scuri.

Verrà ricordato non solo per le sue gesta memorabili su ring, ma anche per esser stato un simbolo per il movimento di liberazione dei neri negli Stati Uniti durante gli anni ’60. Nato Cassius Marcellus Clay Jr., cambiò il suo nome in Muhammed Ali nel 1964, dopo essersi convertito all’Islam. Sfidò addirittura il governo americano, opponendosi all’arruolamento nell’esercito per motivi religiosi.