Home Attualità Egyptair, nuove ipotesi sul disastro aereo

Egyptair, nuove ipotesi sul disastro aereo

IL CAIRO- Le autorità egiziane tornano a smentire l’invio di un SOS prima che l’Airbus in partenza da Parigi sparisse dai radar. Il pilota avrebbe parlato per diversi minuti con la torre di controllo greca, segnalando del fumo in cabina. Per dipanarlo avrebbe pensato a un atterraggio rapido. In questo modo l’aereo sarebbe sceso ad una quota tale da poter aprire unoblò e atterrare. Secondo le ricostruzioni dei giornali americani, un sabotaggio o un attentato terroristico sarebbero le vere cause del disastro costato la vita a 66 persone. In particolare, studiando il piano di volo ci sarebbe stato abbastanza tempo da parte di un terrorista per salire sul velivolo. Tuttavia è un’ipotesi difficilmente verificabile perché metterebbe in cattiva luce i responsabili della sicurezza in ogni aeroporto toccato durante la tratta. Bruxelles, il Cairo, Asmara, Tunisi, Parigi, in ognuno di questi aeroporti si sarebbe potuta intrufolare una cellula. Rivendicazioni non sono ancora arrivate e per questo l’ipotesi dell’avaria ai motori o il guasto tecnico rappresentano oggi ipotesi da non scartare.