Home Attualità Referendum, solo il 31% degli italiani ha votato

Referendum, solo il 31% degli italiani ha votato

Domenica avrebbe votato solo il 31% dei cittadini. L’affluenza è stata poca e in alcuni comuni alle ore 12.00 si era arrivati solo all’8%. Molti, indignati dal risultato e dal basso interesse degli Italiani per la questione, giustificano la poca partecipazione con una scarsa informazione fatta dai media ante il voto. Altri danno la colpa al governo, affermando che opera per conto proprio e non in linea con la volontà popolare. E se il problema fosse che i cittadini di fatto non usano gli strumenti di democrazia diretta che posseggono per esercitare il proprio volere? Se il punto fosse che a volte le leggi non rispecchiano la volontà popolare perché non la si rende nota e non si usa la voce? Proteste, campagne popolari pro o contro il referendum sono state sporadiche e poco pubblicizzate.

Nonostante tutto il Comitato per il sì al referendum afferma che “ci sia stata comunque una vittoria” con il ritiro dei permessi di ricerca di Petroceltic e Shell. Sono soddisfatte di aver portato alla luce gli interessi delle lobby petrolifere, di aver fatto interessare il pubblico al tema, anche se si vedrà in futuro quanto sia reale e concreto questo interesse. La prova del nove ci sarà quando si parlerà di royalities e politiche energetiche.

Dato il risultato del referendum secondo il Presidente del Consiglio, che dice di non aver votato per “tutelare 11 posti di lavoro” ora è compito delle Regioni tenere il mare pulito, in particolare occupandosi dei depuratori. E presto l’Italia sarà il paese più verde d’Europa, applicando politiche e riforme sulle energie rinnovabili senza rinunciare al gas e al petrolio.