Home Attualità Terremoto,provincia di Rieti devastata.Scossa sentita in provincia di Napoli

Terremoto,provincia di Rieti devastata.Scossa sentita in provincia di Napoli

Alle 03.36 di stanotte una scossa di magnitudo 6.0 ha colpito il Lazio. L’epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti. Nel paese ci sarebbero 6 morti e nella vicina cittadina di Amatrice sono stati registrati danni ingenti. Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e la Croce Rossa confermano la grave situazione, ancora più drammatica per la presenza di persone sotto le macerie degli edifici crollati. Durante la notte sono state avvertite altre scosse di magnitudo 5.1 alle 04.32 e 5.4 alle 04.33 con epicentro a 5 chilometri da Norcia.
La situazione è critica anche ad Arquata, in provincia di Pescara del Tronto, dove sono morte tre persone e si cerca di liberare dalle macerie due bambine. Il bilancio totale dei morti nei diversi paesi è di 73.
I danni provocati dalle scosse sono stati di grande importanza: crollata la chiesa di Amatrice, inagibile l’ospedale. A Castelluccio di Norcia è crollato il campanile e anche l’ospedale di Amandola è stato evacuato.
Le scosse, e in particolare la prima, quella delle 03.36, sono state così forti da aver fatto tremare Roma e la provincia di Napoli, in particolare la zona dei Campi Flegrei ove è presente e noto il bradisismo puteolano.
Alle 04.19 il Primo ministro Matteo Renzi ha scritto su Twitter di essere in contatto con la Protezione Civile e l’Avis nello stesso modo ha richiesto delle donazioni di sangue per la provincia di Rieti.
Secondo gli esperti il terremoto è stato provocato da uno “stiramento”dell’Appennino, misurato in 6 gradi della scala Richter, quella che misura le scosse in termini di energia liberata. La zona in cui si è verificato il sisma si trova tra l’Umbria e l’Abruzzo, dunque è compresa in un’area per costituzione molto fragile.

 

 

 

fonte foto: panorama.it