Home Attualità UE, in Italia il 46% degli over 25 vive a casa dei...

UE, in Italia il 46% degli over 25 vive a casa dei genitori

L’Istituto di statistica dell’UE ha delineato di recente la situazione economica dei giovani europei tra i 25 e i 34 anni. Molti di loro, a causa della crisi economica, hanno scelto di continuare a vivere con i propri genitori, piuttosto che diventare completamente autonomi. Al primo posto della graduatoria stilata ci sono i giovani slovacchi. Circa il 56% di loro ha deciso di restare con i genitori, così come il 52 2 51% dei bulgari e greci, il 48 % dei maltesi e il 46% dei giovani italiani. Per tradizione, sono i giovani nord europei a preferire sempre e comunque l’indipendenza dai genitori entro i 34 anni. Al primo posto la Danimarca, seguita da Finlandia, Svezia, Norvegia, Olanda, Islanda, Francia, USA, Svizzera e UK.

I fattori che hanno comportato un aumento dei “mammoni” sono sia endogeni che esogeni.

Tra i fattori endogeni, sono annoverati la depressione; lo stato di insicurezza; la pigrizia; la preferenza di un lavoro meno retribuito, ma più facile da trovare; minore propensione al rischio di investimento in attività proprie; processi di lifelong learning interrotti.

Tra quelli esogeni, la crisi economica, la diminuzione di fondi a favore di corsi di specializzazione, tirocini e stage; una minor domanda di lavoro.

Uno dei paesi che ha invertito la sua rotta, cioè che ha visto una diminuzione dei giovani a carico dei genitori, è stata la Spagna, ma ciò perché è aumentata la percentuale di emigranti verso Germania, UK, USA e Francia.