Home Attualità Youtube, laboratorio di esperimenti sociologici

Youtube, laboratorio di esperimenti sociologici

Il canale web più famoso al mondo, Youtube, è diventata una fucina di talentuosi sociologi che presentano i risultati dei propri esperimenti. Alcuni video sono goliardici, come quello di Napoli rispetto alla disponibilità al palpeggiamento per diventare famosi su internet. Altri sono più seri e hanno come obiettivo quello di descrivere i cambiamenti della società e delle abitudini.

Uno dei più noti è stato fatto a Oslo. Un bambino quasi congelato, seduto alla fermata dell’autobus, si lamenta per il freddo e durante varie ore, una decina di passanti decidono di prodigarsi coprendolo con qualche indumento durante l’attesa dell’autobus. Paura di dimenticare l’indumento, di contrarre qualche infezione o semplice indifferenza?

Tra gli esperimenti più noti, quello della metropolitana, replicato negli USA, in Italia e in altri paesi. I sociologi hanno provato che sia le donne che gli uomini, alla vista di un organo genitale maschile gonfio, se pur nascosto dagli indumenti, tendono a guardarlo e a cercare il più possibile di mascherare la propria attenzione deviando lo sguardo. Dunque, la necessità di una finta pudicizia resta per educazione.

Video ricerche dal forte impatto emotivo sono quelle fatte da un gruppo di ragazzi di Perugia. In uno dei loro filmati, viene inscenata un’aggressione ai danni di una donna. Solo 3 persone su una ventina sono intervenute in difesa della malcapitata. Ciò indica quanto gli individui che assistano a una violenza scelgano l’indifferenza per paura di subire danni a loro volta.

Una delle ultime ricerche, in ordine di tempo, è quella svolta dal team di OCK TV. Due ragazzi girano per le strade di New York chiedendo una fetta di pizza poiché sono affamati, ma dopo ore, nessuno cede di un millimetro e alcuni li allontanano con pochi complimenti. Dopo ore, regalano una pizza a un senzatetto ed entro pochi minuti , uno dei ragazzi chiede all’uomo una fetta di pizza. Senza esitare un secondo, il senzatetto apre la scatola della pizza e invita il giovane a prenderne una fetta. Ringraziandolo per la sua gentilezza, il ragazzo dona una piccola offerta all’uomo, che scoppia in lacrime per la gratitudine.  Il video si conclude con una riflessione importante, da tenere a mente in ogni momento della vita: “Non giudicare una persona a priori. Ritieni che non sia importante ciò che gli altri chiedono a te. Piuttosto, comprendi quanto ciò che dai agli altri può cambiare la loro vita”.

La forza di queste ricerche sta nell’immediato impatto emotivo che si presenta in maniera esplicita agli spettatori dei video. Si tratta di immagini che fanno riflettere sugli atteggiamenti odierni e sono in grado di mostrarci una realtà piena di contraddizioni e ipocrisia.

 

 

 

 

Fonte foto:http://www.lonesto.it/?p=9930