Home Gossip Gigi D’Alessio sul figlio Claudio: ‘Deve usare un basso profilo, con la...

Gigi D’Alessio sul figlio Claudio: ‘Deve usare un basso profilo, con la Minetti la storia è finita”

Gigi D’Alessio, che ha appena visto ufficializzato il divorzio dall’ex moglie Carmela Barbato (per la donna un assegno mensile di 15 mila euro), è stato intervistato lunedì 27 ottobre da Andrea Scanzi a “Reputescion”, la trasmissione in onda su La3. Il celebre cantante partenopeo ha parlato del suo rapporto con Anna Tatangelo, del figlio Claudio D’Alessio, noto alla cronaca rosa per la relazione. giunta ormai al capolinea, con Nicole Minetti.

Della compagna ha dichiarato: “Anna mi ha stupito, i vent’anni di differenza io non li vedo tra me e lei. E’ un’ottima compagna e un’ottima mamma. A me piace parlare più della donna, nel mio percorso sono stato fortunato a trovare lei. A volte io mi innervosisco se non mi dà ragione, ma in tanti casi mi ha aperto gli occhi lei. Forse è una caratteristica delle donne, su certe cose arrivano molto prima degli uomini”.

Interrogata sulla liaison del figlio Claudio con la Minetti, la star della musica, invece, ha dichiarato: “Lui non usa un basso profilo, dovrebbe avere un profilo più basso. Poi non sono io che posso entrare nella sua vita sentimentale, sono esperienze che sta facendo. So che la storia è finita. Purtroppo i figli non sempre ascoltano, però è sempre mio figlio. Certo, lui porta anche un congome pesante. Se Claudio non si chiamasse D’Alessio avrebbe fatto sicuramente meno notizia”.

Gigi ha anche detto che il gossip ha contribuito a far crescere l’odio nei suoi confronti e ha rivelato di essere in causa con un giornale che riporta false dichiarazioni: “C’è un precedente con questo Direttore – ha detto – ha paparazzato mio figlio Andrea senza coprire gli occhi, mi ha chiesto scusa ma l’ha ripubblicato nella stessa maniera. Anche lui fa parte della schiera di chi mi odia. Se non ti ho mai rilasciato un’intervista è perché a me il gossip non mi interessa e non mi interessa andare su certi giornali”. “Indubbiamente nella vita gli errori li facciamo tutti – ha aggiunto – però io credo di averne fatti pochi. Non sono mai caduto in tentazione, non ho mai fatto uso di droghe, non ho mai fatto male a nessuno. Per strada mi fermo con tutti, anche con persone che riconosco essere pericolose, a maggior ragione perché c’ho paura. Un conto è essere un cantante che ha cantante per tutù, un conto è essere un colluso. Una volta per rispondere a un fotografo che aveva invaso la mia privacy, mi hanno condannato a 9 mesi di carcere. L’avevo aggredito perché sono stato aggredito. Adesso sono stato indagato per rapina, se io litigo con te e ti prendo la macchina fotografica divento un rapinatore. Adesso aspetterò 3 gradi di giudizio, dobbiamo ricominciare tutto da capo”. “Io ho sempre detto che Gigi D’Alessio o si ama o si odia – ha proseguito – però di solito mi odia chi non mi conosce, o forse ha una visione di me un po’ diversa. Mi vede il paraculo della situazione, o il fortunato. Ho sempre pensato questo. la curiosità di stare qui insieme a te è capire se avevo capito bene. Poi il gusto può piacere o non piacere. A me pasta e ceci non piace, non posso dire che non la deve mangiare nessuno”.

Gigi ha anche rivelato che tutti gli anni gli viene chiesto se è disponibile per fare il giudice di “X Factor”, ma poi “non mi chiamano più nemmeno per dirmi sì o no”. “Adesso devo togliere l’abbonamento a Sky, così voglio vedere se mi chiamano – ha aggiunto – E’ un po’ il mio lavoro, non giudicare ma entrare nella parte tecnica di un artista. Mi stimolerebbe. Lo guardo. Io guardo tutto musicalmente. Io ascolto tutto tranne l’house”.